10 Luglio 2020
news

Buongiorno Empoli-La Nazione 28.02.2009

02-03-2009 - Le NEWS degli amici
di ANDREA CIAPPI
"Cara Empoli, lo sport deve accettare tutti". Questo messaggio non sta nelle parole ma nei fatti di Marco Rovai, 55 anni, empolese "d´adozione" perché responsabile tecnico dell´Atletica Vinci, nella quale militano molti sportivi della città. Rovai commbatte contro un grave lutto famigliare, la scomparsa di una figlia ventenne. Seguire i giovani nell´atletica lo ha riavvicinato alla vita, sino al punto che di recente l´associazione nazionale Veterani dello Sport gli ha consegnato il premio alla carriera (cerimonia davanti a 300 persone allo Spiedo d´Oro di Capannori).
"Accettavamo tutti, e soprattutto quelli che gli altri sport scartavano", ha affermato. "La mia famiglia ha cresciuto dal 1982 ad oggi centinaia di giovani, nelle varie discipline sportive , utilizzando i momenti d´aggregazione sportiva come semina di valori della vita, della famiglia, della solidarietà per tutti senza distinzione di razza o di credo politico. Abbiamo ´adottato´, da anni, nella nostra famiglia persone dimenticate da tutti. Dal ´94 ospitiamo i Bambini di Chernobyl con il grande aiuto di tante famiglie sparse in tutta la Toscana". "Accettavamo tutti, - prosegue - ragazzi della nostra corte (Rovai è originario della Lucchesia, ndr), zone limitrofe e col passare del tempo anche di paesi vicini. Ogni ragazzo era importante e fondamentale per il gruppo, quando uno si attardava tutti gli andavano incontro o lo aspettavano all´arrivo per fare festa con lui. Nel 1996 ho terminato momentaneamente la mia attività per riprendere nella stagione agonistica 2003, ad agosto, come direttore tecnico all´Atletica Vinci". Ancora tappe in quota: febbraio 2005, la squadra maschile partecipa alla finale nazionale, al Campaccio, nel Cross Corto. Febbraio 2007: l´Atletica Vinci partecipa alla finale nazionale assoluta di Cross Corto sia col settore maschile che col settore femminile, a Modena. "La squadra femminile - ricorda oggi Rovai con commozione - è nata per ricordare mia figlia Elisa, scomparsa il 21 ottobre 2006 all´età di 20 anni".

Fonte: La Nazione Empoli

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account