05 Dicembre 2020
news
percorso: Home > news > Area tematica

Cambio di stagione: i cibi per la stanchezza di primavera

18-03-2009 - Area tematica
Lo spessore scientifico, al cosi detto male di cambio stagione, l´hanno dato ricerche scientifiche, sia della medicina ufficiale che delle terapie naturali. I cambiamenti climatici di questi anni non hanno fatto altro che accentuare, questo stato di malessere, che è in realtà un segnale di adattamento del corpo.

Però non ci si può mica imbottire di Prozac o energetici ad ogni cambio di stagione: una gustosa via naturale è quella di assecondare e favorire l´adattamento, tramite l´alimentazione. Dunque via a verdure, frutta e cereali ricche di vitamine del gruppo B, che favoriscono il ricambio e danno energia. Grande importanza salutare per la stanchezza di stagione è attribuita alla frutta secca e allo zenzero.

Ne parla in un semplice ed efficace approfondimento Riza Psicosomatica, il gigante editoriale che da decenni promuove una cultura alimentare e del benessere che passi attraverso la trasformazione del proprio io interiore, con metodi naturali e attenti al livello emozionale.

Da: www.riza.it
Nella stagione più verde irrompono i rimedi naturali. Molti di questi sono potenti alleati del cervello. E poi legumi, spinaci, cavolfiori... pronti a rinnovare le nostre difese con le loro vitamine. Un vero esercito della salvezza...

Mentre viviamo nell´epoca del consumo di farmaci senza precedenti nella storia, mentre scopriamo che il Prozac, dopo anni di abuso, ha gli stessi effetti dei placebo, sarebbe bene ricordare che il sistema nervoso e il cervello vengono stimolati a funzionare in maniera ottimale dai tantissimi rimedi naturali. E gli integratori, le vitamine utili al cervello sono a portata di mano: basta andare in erboristeria o inserire nell´alimentazione i "regali" che la primavera ci porta.

Si può cominciare col carciofo, che non è soltanto un potente depurativo del fegato, ma che possiede proprietà anti-arteriosclerotiche, soprattutto utilizzando i decotti di foglie e radici. Bastano 200 gr. di foglie e 20 gr. di radici essiccati per ottenere 1 litro d´acqua da bere (1-2 tazze dopo i pasti, colazione compresa) per ottenere una depurazione profonda e un miglioramento della circolazione. Ne trarrà beneficio tutto il sistema nervoso.

Un grande tonificante cerebrale è lo zenzero, che associato al peperoncino, ricchissimo di vitamina C, combatte il colesterolo, l´arteriosclerosi e ha un effetto notevole sulla stanchezza di primavera che, ad aprile, raggiunge il suo punto più alto. Tritati entrambi sulle vivande forniscono una stimolazione dell´energia vitale e nervosa che non è riscontrabile in altri farmaci chimici.

E poi legumi, carote, gramigna, cavolfiori, spinaci, ricchissimi di vitamina C, B3, B6, utilissime per la creazione della dopamina, che è fondamentale per la produzione di endorfine, dal grande effetto antidolorifico, calmante, rilassante. E poi ancora noci, nocciole, arachidi, semi di girasole, yogurt, latte ricchi di triptofano, un neurotrasmettitore antistress e antidolorifico e con effetto antidepressivo, e che si trova anche nell´avocado, nelle banane, nei semi di zucca.

Frullati con banane, miele, latte, avocado e carote sono i toccasana di aprile per il sistema nervoso. Varrebbe anche la pena in questo periodo di inserire i fiori di calendula (quelli delle prime fioriture) nelle insalate e nelle minestre. Il loro potere depurativo favorisce l´eliminazione delle scorie e delle tossine. Le minestre e le insalate a basi di calendula, carote, gramigna, spinaci, legumi e cavoli vanno condite con oli vegetali misti di soia, girasole, mais e riso, ricchi di omega 6, fondamentali per proteggere le cellule nervose e per disinquinare il terreno biologico, sottoposto continuamente allo stress della vita moderna e agli inquinanti della città. Aprile si rivela un mese importante per avere cura del nostro sistema nervoso.

Facciamolo in modo naturale e ne avremo benefici che agiranno sulla stanchezza, sul tono dell´umore e sull´efficienza nervosa con miglioramento del tono dell´umore, della concentrazione e della memoria.

Fonte: pubblicato: sabato 17 maggio 2008 da Saverio Pepe in: Rimedi e Prodotti Naturali Come vivere meglio

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio